martedì 17 dicembre 2013

Post di tecnica - dicembre 2013

Non so davvero come chiedere scusa a tutti voi per il ritardo con cui pubblico questo post di tecnica. Ma una questione personale ha davvero distolto la mia attenzione dallo scrap. Ancora scusa a tutti.
Passiamo alla tecnica. Volete divertirvi? Allora seguitemi e sono certa avrete voglia di mettervi a pasticciare ancora più del solito...
Prendete una tela canvas di quelle cartonate e passate la superficie con del gesso e asciugatela dopo averlo fatto...



Scegliete tre colori acrilici vivaci e in contrasto tra loro e con un pennello passate le tre tinte dove volete anche mischiandole fra loro.


Appoggiate uno stencil sulla vostra tela con i colori acrilici, che devono essere ancora NON completamente asciutti. Munitevi di una normalissima salvietta umida e cominciate a strofinare con delicatezza. Quando l'effetto è di vostro gradimento fermatevi.


Sollevando lo stencil l'effetto che avrete davanti ai vostri occhi è quello che vedete qui sotto... Incantevole vero? Io sono assolutamente innamorata di questa tecnica!


Con una carta di credito del supermercato fate delle strisciate grossolane in vari punti della tela asciutta con del gesso, per ottenere quello che vedete qui sotto. Il bianco deve essere diciamo trasparente. Deve cioè permettervi di vedere il lavoro che avevate fatto al passaggio precedente...


Con un pennarello sottilissimo nero, tipo permanent, divertitevi a disegnare dei motivi dove gradirete di più, senza esagerare...

Poi prendete una tag di riferimento e disegnatela con un pennarello permanent a punta molto grossa in un punto della tela...

Ora con l'acrilico nero delimitate la zona intorno alla tag per darle il maggior risalto possibile. Fatelo o con un pennello o anche con una salvietta umida. Fate delle prove e trovate il sistema che vi è più congeniale. Io uso entrambe le modalità. Una volta asciutto il nero sbiancatelo appena appena con del gesso, per ammorbidire l'effetto

A questo punto sarete pronti per lavorare alla tag esattamente come fareste con una tag non contenuta in un contesto più ampio come la tela canvas.



Io ho messo due pezzetti di spartito musicale, una composizione di timbri vari a cui ho sporcato i bordi con distress walnut stain e poi ho creato il mio testo prendendo paroline di qua e di là tra i miei timbri. E poi via con dei pensieri scritti con semplice penna gel bianca. Il gioco è fatto e avrete una tag un pochino diversa dal solito...
Un abbraccio a tutti e Super auguri per Natale e il 2014. Ci saranno enormi novità su Tagalicious, quindi fate attenzione a non perdere nemmeno un post!!!

12 commenti:

Ars DeGà ha detto...

Hai ragione, ho proprio voglia di pasticciare dopo aver letto il tuo post.
Sara

Elena ha detto...

Sai che ogni tuo progetto è uno spettacolo???
Grazie anche questo passo passo è utilissimo!

Margiù ha detto...

Che spettacolo Danda !!! questo " miscuglio" di tecniche ...è da provare !

Cristina C. ha detto...

Ecco.. mi stavo giusto chiedendo quando avrei potuto provare a usare il gesso. Grazie del tutorial!

Laura Ferrari ha detto...

Fantastico questo tutorial!! Un mix di tecniche che da un effetto armonioso!! Da provare assolutamente!

Miria ha detto...

Danda, è davvero un effetto stardinario, fa venire voglia di provare! Grazie per il tutorial e per gli auguri che contraccambio di cuore.
Miria xxx
ps cos'è la carta del supermercato, lo scottex?

danda ha detto...

Miria la carta del supermercato non è lo scottex. Hai ragione ho espresso male il concetto. Intendevo una carta di credito punti del supermercato :0DDD

Emy83 ha detto...

mi piace proprio! grazie per l'idea!

claudia ha detto...

wow grazie ... io lo usavo solo per spessorare la pagina!!!!ciao!!!

Stefania Salmi ha detto...

Hai una tecnica incredibile e sei bravissima a spiegare. Proverò senz'altro anch'io a seguire i tuoi suggerimenti e creare il mio pasticcio! Tantissimi auguri anche a te e grazie per questi bei post.

barbarayaya62 ha detto...

CAra amica sei sempre uno spettacolo!!!!!!! BArbarayaya

LauraVi ha detto...

Spero che la tua questione personale si sia risolta. Per il resto, sono estasiata: post ricchissimo, spiegato alla grande, molto "invogliante". Grazie e tanti tanti auguri di serenità